Porte aperte 3.0

Qui la scheda del progetto che è partito nel mese di gennaio 2020. Di seguito i dettagli, qui la locandina.

LIBRETTO FORMATIVO (34 ore)
A partire da dicembre, partiranno 34 ore di colloquio, monitoraggio e orientamento. Tale pacchetto di ore sarà suddiviso in tre spezzoni e vedrà un docente del CPIA di Lecco in compresenza con Gaia Ferni Agente di Rete presso la Casa Circondariale di Pescarenico.

FORMAZIONE (54 ore)
Da gennaio partiranno altre 34 ore di formazione (italiano finalizzato al lavoro) e 20 ore di informatica.
Le attività di formazione saranno tenute da docenti del CPIA di Lecco.

QUANDO
Da dicembre a fine maggio, negli orari indicati nello specchietto e concordati con l’area educativa: MARTEDI’- GIOVEDI’ e VENERDI’ dalle 13.45 alle 15.45 nella saletta dei colloqui)

COME
Libretto Formativo (34 ore)
Il primo spezzone, quello dei colloqui, partirà a dicembre. Un insegnante del CPIA in compresenza con Gaia Ferni incontrerà i detenuti della Casa Circondariale, raccogliendo dati relativi alla loro formazione scolastica e professionale, alle competenze scolastiche e sociali, al progetto di vita e alle aspettative all’interno e all’esterno del carcere.
Il secondo spezzone di ore partirà a fine gennaio e comporterà una fase di monitoraggio che si potrà svolgere anche durante gli incontri di formazione. Il terzo spezzone partirà intorno a marzo-aprile e avrà una funzione di orientamento per i ragazzi che saranno sul punto di concludere il percorso formativo.

Per ogni detenuto verrà redatto un libretto formativo: una copia di tale libretto sarà depositato nell’ufficio del casellario e consegnato al momento dell’uscita dal carcere.
Il libretto formativo potrà diventare una modalità per migliorare la consapevolezza delle scelte nella persona, oltre che un documento vivo a disposizione degli operatori interni ed esterni al carcere, per questo motivo sarebbe opportuno e utile che venisse esteso al maggior numero di reclusi.

Translate »
Vai alla barra degli strumenti